Attendere prego ...

Testi

E' asciuto pazzo 'o padrone

Autore   Joe Sarnataro
Compositore   Joe Sarnataro
Editore   Edizioni Musicali Cinquantacinque
E’ asciuto pazzo ‘o padrone
l’avite fatto arraggià
Chillo era nù buono guaglione
e sapeva jucà
ma into a stà città manco ‘e sante
è facite allignà!...

E’ asciuto pazzo ‘o padrone
e se ne ghiuto e, accussì
mo’ pe vede’ ‘nato comm’è isso
avite voglia e sperì
chillo era ‘o meglio d’o munno
e pure l’avite fatto fui!....

Vide ‘o mare quant’è bello
‘a luna rossa stà sempe ccà
a Marechiaro ce stà ‘na fenestra
addò ogni sera se vanno a fa
tanto ‘a gente fa finta ‘e niente
s’attappa ‘ e recchie pe nun sentì
e pensa cchiu nera d’a mazzenotte
a chistu punto nun po’ venì
chi arriva ‘a fora so mettono miezo
e so sanno buono faticà!...

E’ asciuto pazzo ‘o padrone
e nun ne vò cchiu sapè
l’avite rignuto ‘e miliarde
l’avite trattato comme nu’re
ma chello c’aveva fa l’ha fatto?
E mò nuntenr niente a vedè!

E’ asciuto pazzo ‘o padrone!.....

... e chiste so nummere, so nummere buone
dieci, quindici, ventidue e trentuno
jatevelle a jucà!....